Come la notte non scende all'improvviso, così anche l'oppressione. In entrambi i casi c'è una penombra dove tutto sembra apparentemente immutato. Ed è in una simile penombra che noi tutti dobbiamo essere consapevoli del cambiamento nell'aria - per quanto impercettibile - o si resterà vittime involontarie dell'oscurità.