Questa iniziativa è stata fatta col padre cinico della RAI. Frate Antonino di Scasazza