L’uomo, e anche l’uomo di mare, è un animale capriccioso, creatura e vittima delle possibilità perdute.