Sognare in pubblico è una parte importante del nostro lavoro descrittivo, come scrittori di scienza, ma ci sono brutti sogni così come bei sogni. Siamo sognatori, si vede, ma siamo anche una specie di realisti.